L'area di sgambamento per cani - Parte prima

Quel luogo in cui regnano libertà e anarchia

Le aree di sgambamento sono un tema molto scottante e non a caso, spesso, riempiono le prime pagine dei giornali

Cani liberi che corrono

In questo articolo vi parlerò di quella porzione di terra neutrale, nella quale i proprietari di cani, a volte, con difficoltà trovano la pace!

Area cani: cos'è e come vi si accede

Trattasi di un'area comunale (a volte anche privata) adibita allo sgambettamento libero dei cani.
Si chiude nei quattro lati da una recinzione resistente (spesso metallica), alta almeno due metri e installata in regime di massima sicurezza; questo per evitare che i cani possano fuggire, saltando o scavando alla base.
All'entrata, almeno così io riterrei cosa buona e giusta, dovrebbe trovarsi un cancello pedonale a doppia entrata. Si apre un primo cancelletto, si entra e lo si richiude. In questo spazio di pre-entrata si ha la possibilità di valutare in sicurezza la situazione dei cani eventualmente presenti nell'area e di sganciare (se è il caso di entrare) il proprio cane.
Si apre quindi il secondo cancelletto, si entra nello spazio di sgambo vero e proprio, e lo si richiude subito.  

Servizi forniti dal comune (o dal privato)

Non tutte le aree offrono gli stessi servizi e installazioni; dipende, immagino, dalle scelte comunali, dall'ubicazione dell'area, dalla densità di persone che si prevede la frequentino, dal fatto che ci siano già altre aree nelle vicinanze.
In linea generale, un'area sgambettamento prevede:

  • fontanella con ciotola per abbeveraggio dei cani
  • distributore di sacchetti per la raccolta delle deiezioni
  • cestino per lo smaltimento delle deiezioni
  • panchina per gli utenti
  • qualche attrezzatura per divertirsi con il proprio cane (paletti dello slalom, tunnel, qualche ostacolo)
  • illuminazione per le ore serali

In alcune aree ci sono delle tettoie per dare la possibilità ai proprietari dei cani di potersi riparare da piogge o dal sole; in altre vengono previste delle piante per garantire un minimo di ombra ai cani e alle persone nei periodi più caldi. Periodicamente vengono effettuati i trattamenti sanitari, in tal caso si impedisce l'accesso all'area per ragioni di sicurezza, per qualche ora. L'avviso viene esposto in entrata. 

Le 10 regole principali da rispettare

Ogni area di sgambettamento cani prevede un suo regolamento, affisso in entrata e visibile a tutti gli utenti. Ogni regolamento è adattato alle normative in vigore nel comune interessato ma, generalmente, prevede:

  1. Un orario di accesso e di chiusura
  2. I cani che vi accedono devono, ovviamente, essere vaccinati e assicurati
  3. E' fatto obbligo la raccolta delle deiezioni
  4. Come previsto anche in molti centri cinofili, è impedito l'accesso di cani in calore. Per evitare la diffusione di ormoni, per garantire la sicurezza della cagna ed evitare il confronto tra i maschi
  5. I bambini possono accedervi, ma non sono al parco giochi. Attenzione, nel caso ci siano cani non conosciuti, a come si muovono i bambini nell'area
  6. Non lanciare cibo, per evitare di creare spiacevoli situazioni tra i cani che lo desiderano; stessa regola vale per i giochi. Fatto salvo che ci siamo solo noi, che nell'area ci siano tutti cani che conosciamo o che ci sia una situazione di cani liberi che sappiamo gestire, nel resto dei casi evitiamo di lanciare giochi: andrebbe a stimolare solamente l'istinto predatorio, ed una pallina per molti cani può essere una situazione molto pericolosa
  7. Certamente non si possono installare attrezzature proprie
  8. Non si può praticare attività di addestramento: alcuni comuni richiedono direttamente l'intervento di un educatore cinofilo, in determinate ore; è importante sensibilizzare e istruire i cittadini sulla corretta gestione del proprio cane, soprattutto in luoghi pubblici come le aree cani, prevenendo così spiacevoli inconvenienti spesso gravi o letali
  9. Non disturbare con schiamazzi, musica o altro la quiete pubblica

 

La decima regola e la più importante è: tenere IL CANE LIBERO, portandosi appresso gli attrezzi per poterlo eventualmente gestire o recuperare in caso di bisogno (guinzaglio, museruola, collare, pettorina). La doppia entrata pedonale è prevista appositamente per sganciare in sicurezza il cane: entrare con il cane al guinzaglio in un'area nella quale i cani corrono liberi, è pericolosa follia! 

Non perdetevi il prossimo articolo, stesso sito stessa sezione blog, nel quale vedremo gli errori più frequenti messi in atto dai frequentatori delle aree di sgambettamento cani. 

Rispondi o lascia un tuo commento

Il contenuto di questo campo sarà mantenuto privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti. I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere al messaggio. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido. I dati indicati con un * sono obbligatori per poter effettuare l'invio del messaggio.

Clicca qui per ulteriori informazioni